Breaking News

Renzi, social in subbuglio. La base del PD non condivide.

In attesa che si costituiscano i gruppi parlamentari e che Matteo Renzi dia vita al suo movimento, la base del Partito Democratico si pronuncia sui social network e la sentenza e’ di condanna alla scelta dell’ex segretario. La maggior parte dei commenti critici arrivano proprio da chi si professa renziano: “Mi hai profondamente deluso”, sottolinea Angelo, “soprattutto hai ingannato chi crede nei valori e nelle idee di un Partito Democratico inclusivo. Hai usato tutto questo fin che ti faceva comodo e poi lo hai mollato”. Sullo stesso concetto, quello delle aspettative deluse, si concentra anche Fabio Salemi: “Sono stato sempre dalla tua parte, ma con questa mossa mi hai deluso. Ti auguro il meglio, anche se secondo me hai voluto colpire il Pd. Io il Pd non lo tradisco”.

“Anche io ti avevo sempre difeso, ma ora basta. Ma cosa pensi? Prendere i voti di quali moderati? I seguaci di Forza Italia? Buona fortuna, a noi hai fatto solo del male”, scrive Maura Menghini. Maura non e’ l’unica a pensare che la mossa di Renzi si rivelera’ un assist alla destra: “Pessima decisione. Il male della sinistra: quando non si e’ d’accordo con la maggioranza si fa una scissione. La destra ringrazia”, e’ il pensiero di Riccardo Giannuzzi Savelli. “Ottimo assist per Salvini”, rimarca Roberto Esposito.

Non mancano, infine, i commenti ironici che paragonano Renzi a chi lo ha preceduto, nel pd e non solo: “Pero’, D’Alema me lo ricordavo piu’ vecchio”, scrive Stefano Baroni. “Tutta ‘sta fatica per fare il Pierferdinando Casini a vita”, rincara Andrea Ancarani. Tra i commenti negativi c’e’ anche quello del regista Gabriele Muccino per il quale “l’ego smisurato di Renzi e’ il suo demone di cui non sa ne’ vuole liberarsi. Non ha imparato nulla dai suoi errori compulsivi e perseverare e’ diabolico. Peccato che abbia fatto male a tutti e ne fara’ ulteriormente a se’ stesso. Buon viaggio”.

E dall’account satirico Le Frasi di Osho arriva una stoccata: “Ao’, hai fatto piu’ politica da quando hai lasciato la politica che quando facevi ancora politica”. Ai commenti negativi al post di Renzi fanno da contraltare quelli positivi al post in cui il segretario dem, Nicola Zingaretti, risponde all’ex leader Pd sottolineando la necessita’ di pensare al futuro del Paese: “Andiamo avanti con serieta’, schiena dritta e lungimiranza per tutti. Renzi ha seguito la sua natura distruggendo un partito.

Teniamoci i nostri valori. Ora la svolta, sempre di piu'”, scrive Patrizia Tellini. Ma dalla maggior parte dei commenti emerge un certo ‘sollievo’ per l’addio di Renzi: “Finalmente si e’ tolto di mezzo, dopo aver abolito anche l’articolo 18 e sfasciato tutto il possibile, ora possiamo avere un partito di sinistra: lavoro, diritti e ambiente. Avanti segretario”. Caterina Gambino sostiene, in dialetto siciliano, “un si puo’ travagghiari cu chistu”. Ovvero: non si puo’ lavorare con questo (Renzi, ndr.). “io contenta sono”, aggiunge. “Se Renzi se ne andra’ il popolo della sinistra tornera’ a votare Pd”, e’ pronto a scommettere Alessio Pieri. “Meglio cosi'”, dice Patrizia Paniccia, “Non tutti i mali vengono per nuocere” e “con renzi fuori, c’e’ solo da guadagnarci”. Per Laura Vestri la scissione fa solo chiarezza: “Perfetto, tanto era gia’ cosi’. Ora c’e’ chiarezza per noi elettori e anche piu’ liberta’ di manovra nel Pd”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *